Cosa sono i Prestiti Inpdap

Prestiti Inpdap

I prestiti Inpdap sono prestiti erogati direttamente dall'Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell'Amministrazione Pubblica ora gestito direttamente dall'INPS (Istituto Nazionale Previdenza Sociale), oppure da banche e società finanziarie che hanno stipulato una convenzione diretta con l'Inpdap.

Sono prestiti riservati agli iscritti, dipendenti pubblici e statali in servizio o pensionati, della Pubblica Amministrazione. Tuttavia è possibile richiedere prestiti Inpdap anche per i familiari, in forma indiretta tramite le banche convenzionate (vedi "prestiti indiretti").

Tipologie di Prestiti Inpdap

I prestiti Inpdap sono di due tipi:

  1. Prestiti Inpdap Diretti, cioè prestiti concessi direttamente dall'Istituto, nella forma Piccoli Prestiti (è un prestito personale) concesso anche ai pensionati e Prestiti Pluriennali Diretti nella forma di Cessione del Quinto (va segnalato che non è previsto il Prestito Delega al doppio del quinto dello stipendio), oltre al Mutuo Ipotecario (vedi sezione dedicata). Questi sono prestiti finanziati con un fondo in gestione diretta chiamato Gestione Unitaria delle Prestazioni Creditizie e Sociali.
  2. Prestiti Inpdap Indiretti, definiti anche Prestiti Pluriennali Garantiti, cioè prestiti concessi dagli istituti di credito convenzionati, presso i quali l'Inpdap fa da garante (vedi banche convenzionate oppure convenzioni Inpdap).

Motivi per cui i Prestiti Inpdap possono essere richiesti

Tra i motivi per cui i prestiti Inpdap possono essere richiesti sono previsti:

  • Estinzione anticipata del mutuo
  • Acquisto della casa di residenza
  • Costruzione della casa di residenza
  • Acquisto di auto
  • Matrimonio figli
  • Matrimonio iscritto
  • Spese per installazione di impianti per la produzione di energia rinnovabile
  • Trasloco per spostamento lavoro e per motivi familiari
  • Lavori condominiali della casa di residenza (se proprietari)
  • Manutenzione ordinaria per la casa di residenza
  • Cure dentali e protesi dentali (per iscritto, coniuge e figli a carico)
  • Furto, rapina e incendio
  • Nascita figli, adozione o affidamento
  • Spese di iscrizione a corsi post laurea di durata non inferiore a 2 (due) anni (prestito estendibile anche a coniuge e figli)
  • Acquisto di auto modificata per portatori di handicap
  • Acquisto di carrozzella ortopedica
  • Acquisto di protesi costose
  • Malattia dell'iscritto
  • Decesso di familiari
  • Calamità naturali
  • Casi eccezionali socialmente rilevanti che richiedano un forte impegno economico

La Rata dei Prestiti Inpdap

La rata dei prestiti Inpdap è fissa comprendendo l'interesse e la quota capitale; il tasso di interesse è fisso per tutta la durata del finanziamento. L'importo del prestito Inpdap viene erogato tramite bonifico bancario o assegno circolare non trasferibile.

Il Fondo di Credito a gestione diretta è finanziato con contributi obbligatori degli aderenti, mediante trattenute sullo stipendio o sulle pensioni. Il Fondo Prestiti Inpdap è finanziato anche con versamenti volontari dei pensionati Inpdap e dei dipendenti pubblici e pensionati che sono iscritti a fini previdenziali ad istituti esterni che hanno aderito al fondo.Il termine per l'iscrizione al fondo è scaduto il 31 maggio 2008.

Per poter accedere ai prestiti Inpdap è richiesta, oltre all'iscrizione, anche una anzianità di almeno quattro anni di servizio (vedi Prestito Inpdap: Come Fare oppure il sito dedicato ai prestiti inpdap).

Il finanziamento ottenibile dipende dai fondi in bilancio e dalla posizione in graduatoria, sulla base di documenti che certifichino la finalità del prestito ("prestiti finalizzati"). Documenti e certificati vengono richiesti.

L'Inpdap può disporre prestiti anche in caso di bisogno non prevedibile ("prestiti non finalizzati"), accelerando così l'iter burocratico normalmente richiesto.

Prestiti Inpdap Garantiti

L'Istituto può agire anche come garante per finanziamenti richiesti a banche esterne, sempreché l'associato abbia contribuito per almeno 4 anni al fondo, coprendo i rischi di:

  • morte prematura
  • riduzione di stipendio
  • cessazione di servizio.

Le condizioni del finanziamento tramite prestito sono riportate in specifiche tabelle Inpdap. Le durate possono andare da 12 mesi fino a 48 mesi, con scatto 12.

Come l'Inpdap Eroga i Prestiti

Va segnalato che L'Inpdap eroga i prestiti discrezionalmente sulla base delle disponibilità in fondo; in altre parole l'Inpdap non è obbligata a soddisfare le richieste di finanziamento.

Al fine di evitare un sovraindebitamente delle persone in età avanzata l'Inpdap ha stabilito che i pensionati possono rinnovare un prestito solo dopo 2 (due) anni di ammortamento di un prestito quinquennale e dopo 4 (quattro) anni di ammortamento di un prestito decennale.

© 2008-2016 inps-inpdap.it | prestitiinpdap.inps-inpdap.it | chi siamo | contatti | mappa | privacy | disclaimer